LE PULCETTE IN GIARDINO (Margherite)

 

Il progetto che prende il nome dal libro di Beatrice Alemagna, è pensato per il primo periodo dell’anno in cui i bambini, rientrati da un periodo di vacanza, tornano all’interno della comunità scolastica e del gruppo classe. Essi ritrovano amici, luoghi e regole che già conoscono ma, essendo cresciuti dall’anno precedente, esse vanno riviste e rinegoziate con loro, affidandogli nuove responsabilità e nuovi obbiettivi. Attraverso il racconto delle amate Pulcette, testo che li aveva accolti il primo anno, i bambini della sezione delle Margherite affronteranno questo primo periodo di reinserimento nel gruppo ma soprattutto di scoperta del nuovo, una scoperta gioiosa e giocosa del futuro che li attende…

Infatti, come per le Pulcette, che piene di paura ma anche di meraviglia e di voglia di scoperta, si addentrano nel giardino abbandonando il loro sicuro materasso, i nostri bimbi si addentreranno in nuovi mondi e nuove conoscenze che segneranno il percorso verso la scuola primaria.

Si proporranno attività grafico-pittoriche e di manipolazione per quanto riguarda la costruzione dei personaggi della storia, di conversazione, logico- matematiche e di drammatizzazione.

 

DISEGNARE PER SCRIVERE (Margherite)

 

La scrittura è la rappresentazione grafica dell’attività parlata. Per poter scrivere il bambino deve aver raggiunto alcune capacità motorie, buona capacità di discriminazione visiva, coordinazione oculo-manuale e organizzazione spaziale. Il percorso di pregrafismo che verrà proposto ai bambini della sezione delle Margherite, è stato pensato apposta per sviluppare queste competenze facilitando l’ingresso alla scuola primaria. L’intento non è quello di insegnare ai nostri bambini  a leggere e a scrivere, ma quello di fornirgli tutti gli strumenti necessari per farlo, sfruttando il tipico interesse che i bambini sviluppano per la scrittura e la lettura nell’ ultimo anno della scuola dell’Infanzia.

 

LEO E ANTONINO (Margherite)

Il progetto che verrà affrontato nel corso dell’anno scolastico prende lo spunto da due libri,”Leo” di R. Kraus e “Il pentolino di Antonino” di Isabelle Carrier. I racconti di Leo, leoncino impacciato e maldestro e di Antonino, bimbo che si ritrova ad avere sempre con sé un pentolino che lo segue ovunque, sono storie che valorizzano il potenziale di ognuno e la diversità dei nostri talenti. Spesso in classe si sentono bambini che ancor prima di conoscere un ostacolo o di mettersi di fronte ad una prova, di qualsiasi natura essa sia compresa quella ludica, sono sconfortati e non provano nemmeno a mettersi in gioco. La lettura dei libri sopraccitati vuole promuovere l’autostima di ognuno davanti alle prove sempre più complesse che affronteranno i bambini, ma soprattutto donare a loro uno sguardo speciale verso gli altri e verso tutti i talenti nascosti…Perché ogni bimbo, anche con difficoltà visibili, attraverso l’amore e la cura di chi gli sta attorno, ha un bagaglio infinito di doti e caratteristiche che oltre a farlo sentire speciale lo possono rendere utile agli altri, trasformando situazioni di forte disagio in situazioni arricchenti per coloro che le vivono e per il contesto di riferimento. Questa riflessione positiva, questa nuova ottica, dovrebbe coinvolgere anche noi adulti, avulsi in una sociètà che ci vuole omologati l’uno all’altro, succubi del consumismo e legati ad una visione di diversità come svantaggio e difetto, non come stimolo al miglioramento delle nostre possibilità e di arricchimento per la nostra vita.

 

 

 

CONTINUITA’ (Margherite)

 

Nel terzo anno di permanenza alla Scuola dell’Infanzia i bambini avranno la possibilità di conoscere ed incontrare “la Scuola Primaria”. Infatti i nostri bambini e i bambini del primo ciclo della scuola primaria compieranno assieme un percorso significativo che li vede coinvolti in un’attività comune.

Dopo che gli insegnanti di entrambi gli ordini avranno individuato bisogni e interessi comuni, si avvierà la realizzazione di un progetto, stimolando il piacere di stare insieme e di “fare insieme”. Le attività proposte di questo “progetto ponte” si realizzeranno sia all’interno della nostra scuola sia all’interno della scuola Baracca, luogo che per molti sarà il posto dove trascorreranno i prossimi anni, dando così la possibilità di conoscere la struttura, gli insegnanti e di incontrare i vecchi amici che hanno frequentato la nostra Scuola dell’Infanzia negli anni precedenti.

 

 

 

BIBLIOTECA   (Girasoli e Margherite)

 

Il Progetto Biblioteca, attivato per la sezione dei Girasoli e delle Margherite , si svilupperà con un momento settimanale, nel quale i bambini si recheranno nella Biblioteca della Scuola, dove potranno scegliere tra un’ampia selezione di libri adatti alla loro età, prendendoli in prestito settimanale. In questo modo verrà anche sollecitato il loro senso di responsabilità nei confronti di un bene comune qual è il libro, che potrà essere portato a casa per essere letto insieme a mamma, papà, fratelli, nonni, ecc …

Il progetto nasce al fine di suscitare piacere, curiosità e amore per la lettura; in un’era altamente tecnologica  i mezzi multimediali ed informatici, pur rappresentando validi strumenti di conoscenza e formazione, spesso lasciano poco “spazio” e “tempo” alla lettura del libro che, insieme alle altre forme espressive, concorre allo sviluppo della personalità del bambino, all’educazione della persona nella sua globalità, nella totalità delle sue dimensioni: del sapere, del saper fare, del saper essere.

 

 

 

IMPARARE L’INGLESE  (Girasoli e Margherite)

 

Nell’insegnamento precoce di un’altra lingua, è importante creare occasioni che possano favorire una comunicazione naturale e coinvolgere i bambini da un punto di vista emotivo e affettivo.

Per questo motivo, verranno utilizzate come strumenti di avvicinamento alla lingua inglese, storie, canzoni, filastrocche che attraverso protagonisti vicini al mondo dei bambini, permetteranno di produrre situazioni di apprendimento stimolanti e coinvolgenti.

L’obiettivo è di porre delle basi per lo sviluppo futuro delle competenze linguistiche.